Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

MERCATO: Spendere tanto equivale a vincere?

11 Marzo 2022

Ultimamente nelle sessioni di calciomercato siamo abituati a vedere cifre astronomiche spese dai presidenti per accaparrarsi le prestazioni dei giocatori più ambiti dal mercato.

Si parla di cifre faraoniche per l'acquisto di questi atleti, cifre a cui vanno sommati gli stipendi a tanti zeri che verranno poi corrisposti agli stessi.

Prendiamo come esempio gli investimenti fatti nell'ultimo decennio da 3 grandi club europei: Real Madrid, Manchester City e Paris Saint Germain.

Magari a quanlcuno di voi è spuntato un sorrisino sarcastico alla lettura degli ultimi due nomi.....

Il Real Madrid negli anni ha investito molto nel mercato, 977 milioni di euro, ma la realtà dei fatti mostra come questi investimenti si possano definire oculati, in quanto in questo periodo il club Madrileno ha raccolto ottimi risultati più in campo europeo (3 UCL) e un pò meno in patria, solo 2 titoli nazionali. In madrepatria hanno infatti una buona compagna di viaggio in termini di rapporto spesa/vittoria: il Barcellona. Società quest'ultima che sta vivendo il cosiddetto periodo del ricambio generazionale: negli ultimi anni hanno dovuto aprire il portafoglio più del solito in quanto la cantera stenta a sfornare grandi campioni che potessero sostituire degnamente la generazione dei big come Xavi, Iniesta, Mascherano  & Co.

Tutto sommato la somma spesa dal presidente Florentino Perez è stata ben ripagata dalla squadra.

Discorso diverso invece, anzi opposto, si deve fare per il club inglese e quello francese.

Gli sceicchi hanno investito cifre astronomiche nei rispettivi club, ma i risultati li hanno ripagati?

Lo sceicco Mansur ha investito la bellezza di 1584 milioni di euro negli ultimi 10 anni. La squadra affidata a Pep Guardiola gioca bene, ma a parte due sole Premier League e qualche trofeo nazionale, la bacheca della sede rimane inesorabilmente vuota in molte caselle...soprattutto in campo europeo dove il club non ha raccolto nessun trofeo.

Il presidente però è in buona compagnia! Lo sceicco Nasser Ghanim Al-Khelaif, ha investito "solamente" 1150 milioni di euro negli ultimi dieci anni....il risultato? Pressochè lo stesso della squadra inglese....diversi titoli nazionali, ma non un netto dominio come ci si sarebbe aspettati e, come i colleghi britannici, nessun trofeo internazionale. Addirittura in questo caso spesso il cammino si è interrotto agli ottavi o, al massimo, ai quarti. In sole due occasioni il club transalpino si è avvicinato alla vittoria: nel 19/20 quando ha perso la finale contro il Bayern Monaco, condannati dal colpo di testa di Kingsley Coman, e nella scorsa stagione quando è stato eliminato in semifinale proprio dal Manchester City.

Riassumendo....spendere tanto, acquistare tutti i "supercampioni" del momento, equivale a vincere?

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout

Dal blog di CalcioScout