Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Calciatori vegetariani

18 Luglio 2021

Tra i volti più noti del vegetarismo nel mondo del calcio ci sono Lionel Messi, il Kun Aguero, Chris Smalling, Hector Bellerin. Da qualche anno nel campionato inglese si nasconde anche una squadra con l’obbiettivo di emissioni zero.

Il difensore della Roma Chris Smalling è diventato vegano per guarire da una tendinite, e ora non tocca più cibo con derivati animali da anni. Ma è solo uno dei tanti calciatori in Europa che ha curato il suoi dolori muscolari con una dieta vegetariana.

Come lui anche il campione del mondo francese Samuel Umtiti(in foto) difensore centrale del Barcellona, e il suo compagno di squadra Lionel Messi, che dopo aver avuto problemi di nausea e vomito si è recato dal medico italiano Giuliano Poser; il nutrizionista ha eliminato dall’alimentazione del 10 zuccheri, pasta e carne. Una dieta a cui la Pulce del Barcellona non ha più rinunciato e che lo ha guarito anche dai dolori fisici dovuti al troppo sforzo.

Dopo il capitano del Barça è stato il turno del Kun Aguero. Anche l’attaccante del Manchester City ha risolto i suoi problemi muscolari con la dieta vegetariana del Dr. Poser; l’argentino ha anche ammesso di sentirsi più leggero da quando sia vegano.

Luca Walschmidt del Lisbona e Serge Gnabry del Bayern Monaco hanno invece scelto di diventare vegetariani dopo avere visto dei programmi in TV. I due calciatori hanno dichiarato di essere stati toccati dalle sconcertanti immagini della macellazione, e dei danni che la carne provoca al corpo e al pianeta; da qui la loro preferenza per il green food.

Hector Bellerin, terzino dell’Arsenal non si è fermato alla dieta vegana. Con l’intenzione di sensibilizzare i più giovani, il giocatore spagnolo ha avviato la campagna One Tree Planted annunciando che per ogni vittoria dei Gunners avrebbe piantato 3000 alberi.

Anche Aaron Esclapez Niguez ai tempi in cui giocava nel Malaga aveva invitato i propri fan ad un mondo più pulito ed al cibo vegetariano con il suo hashtag #nonèmaitroppotardi. Non è stato invece possibile coinvolgere i tifosi per Sebastian Perez Cardoza, giocatore ex Boca Juniors e ora in prestito al Barcellona S.C..

Il colombiano ha dichiarato in un intervista a ESPN di essere stato ceduto in prestito dai giallo-blu proprio perché vegano. Sembra infatti che per indossare la maglia da titolare del Boca bisogna mangiare asado (carne alla griglia argentina) come vuole la tradizione locale, e per questo la scelta vegetariana di Cardoza non era una buona pubblicità per la squadra.

Infine ci sono i Foresrt Green Rovers, squadra inglese che milita nella Football League Two e riconosciuta dalla Nazioni Unite come la prima squadra al mondo a emissioni zero. La società utilizza solo energie da fonti rinnovabili e offre ai propri giocatori solo cibo vegano.

fonte: calciopolis

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout