Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Accadde nel 1995: il perchè Andy Cole odia Teddy Sheringham

27 Giugno 2021

Torniamo indietro di qualche anno quando Cole, nella sua rubrica sull’Indipendent,  svelò il motivo del proprio odio antico per Teddy Sheringham, tra l’altro suo ex compagno proprio in quel magnifico United di fine secolo. Un odio feroce al punto che, scrisse Cole in un incipit “preferirei sedermi e bere un goccio con Neil Ruddock, l’uomo che mi spezzò la gamba in due, piuttosto che con Teddy Sheringham, l’uomo che odio da 15 anni”.

Accadde nel 1995. Partita Inghilterra-Uruguay a Wembley. Il già affermato Sheringham è titolare, il giovane Cole è in panchina. Al 70’ scatta la sostituzione: fuori Teddy, dentro Andy. Che, particolare decisivo, è al suo esordio in nazionale. “Ero nervoso – ricorda -, era un sogno che si realizzava. Se provate a immaginare l’agitazione che stavo vivendo, allora capirete anche il perché della mia reazione a ciò che accadde”.  Anzi, che non accadde. “Mi aspettavo che Sheringham, uscendo, mi stringesse la mano e magari mi dicesse ‘Buona fortuna, Coley’”. Infatti Andy è lì che aspetta, con la mano tesa. Ma Teddy lo snobba e tira dritto in panchina.Nessuna stretta. Zero parole. “E senza alcuna ragione”. Il primo pensiero di Cole è curioso. Ha a che fare con la vergogna: “Ho subito pensato: quante persone hanno appena visto quello che mi ha fatto? Ero confuso. Imbarazzato. Da quel momento Sheringham con me ha chiuso”.

 

C.S.

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout