Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Il dilettantismo nel calcio preziosa risorsa da conservare

14 Gennaio 2021

Ai microfoni di Calcioscout ritroviamo Ilario Pensosi docente scienze motorie e sportive e nel calcio in veste di opinionista tv e radio per calcio e sport e di consulente calcio.

Ilario come procede il tuo decorso in tempo di pandemia?

Lavoro sempre come docente di scienze motorie e sportive alle superiori , e proseguo il mio contributo calcistico come consulente e opinionista.

 

Cosa sarà del dilettantismo calcistico?

Il calcio dilettantistico sarà il nodo cruciale del calcio.

Ora nella pandemia che ci accingiamo a subire , le sorti di esso sono determinanti non solo per il destino del calcio, ma anche per l’ evoluzione dello sport in generale.

 

Cosa si aspetta dal presidente LND e dai vertici del calcio?

Dalla LND mi aspetto decisioni immediate e chiare nei confronti delle società calcistiche, e di chi si interpone. I nuovi presidenti LND di regione, hanno messo in atto sicuramente azioni repentine per far fronte alla situazione attuale, e nella loro campagna politica , immaginavano lo scenario che li attendeva.

Loro insieme al presidente LND determineranno il futuro del calcio dilettantistico.

La nota lieta che i nuovi presidente sono competenti e di esperienza e possono ribaltare questo momento.

 

Che linea adotteresti tu in questo istante, e quali riforme faresti per far risorgere questo movimento?

Se le condizioni lo permettono, terminerei campionati e proseguirei con gli allenamenti, per dare un segnale importante al mondo sportivo e calcistico.

Dire stop oggi ha effetti drastici sulle società, giocatori , economia sportiva , genitori e addetti.

L’ anno seguente eliminerei il costo di iscrizione al campionato, e darei incentivi in relazione all’ emergenza e alla ripartenza.

Ciò che mi preme è intervenire subito con una riforma fiscale e delle noif.

Dal vincolo sportivo che deve essere modificato , abbassando la soglia di età ai 20 anni piuttosto che eliminarlo, a rivedere i premi di preparazione , fino a eliminare gli under almeno in serie d, e l’ obbligatorietà del ds anche in serie d .

Dall’ eccellenza in poi imporre massimo 3 over, e la restante rosa dai 18 ai 23 anni con 5 giocatori provenienti dal settore giovanile , valorizzandoli.

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout