Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Napoli, vittima o colpevole?

11 Novembre 2020

Niente da fare: la Corte sportiva d'appello della Federcalcio ha respinto il ricorso del Napoli sulla vicenda della partita con la Juventus, confermando così il 3-0 a tavolino e il punto di penalizzazione in classifica per gli azzurri. 

"La Società ricorrente merita di essere sanzionata con la sconfitta a tavolino dell’incontro Juventus-Napoli, previsto per il giorno 4.10.2020, oltre alla penalizzazione di un punto in classifica da scontarsi nella corrente stagione sportiva, perché - si legge nella sentenza d'appello - contrariamente a quanto sostenuto in ricorso, non si è trovata affatto nella impossibilità oggettiva di disputare il predetto incontro, avendo, invece, indirizzato, in modo volontario e preordinato, la propria condotta nei giorni antecedenti all’incontro nel senso di non disputare lo stesso, con palese violazione dei fondamentali principi sui quali si basa l’ordinamento sportivo, ovvero la lealtà, la correttezza e la probità".

In pratica, la società campana è stata punita perché la sua è stata una scelta volontaria quella di non presentarsi a Torino e non obbligata da parte della Asl. Lo conferma sempre il comunicato, dove si legge che “ne è prova il contenuto della documentazione di causa, dettagliatamente esaminata dal Giudice Sportivo, ad iniziare dalla nota della ASL Napoli 1 in cui veniva spiegato, in maniera chiara e inequivocabile, che la responsabilità nell’attuare i protocolli previsti dalla Figc per il contenimento dell’epidemia da Covid- 19 è in capo alla Soc. Napoli e pertanto quest’Azienda non ha alcuna competenza”.

"La SSCN prende atto della decisione della Corte Sportiva d'Appello ed è già al lavoro per preparare il ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni - il comunicato di risposta della società azzurra - La SSCN non condivide in toto la sentenza che getta ombre inaccettabili sulla condotta della Società trascurando documenti chiarissimi a suo favore e delegittima l’operato delle autorità sanitarie regionali. La SSCN ha sempre perseguito valori quali la lealtà e il merito sportivo e anche in questo caso intraprenderà tutte le iniziative per rendere giustizia alla propria condotta orientata al rispetto della salute pubblica e per fare in modo che il campo sia l’unico giudice a decidere il risultato di una partita di calcio”.

Nel frattempo, però, come era stato preventivato alla vigilia della sentenza nel caso in cui il ricorso del Napoli non fosse andato a buon fine, il presidente De Laurentiis sta già lavorando ad un nuovo ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni, come specificato nel comunicato stampa emesso dalla società.

Juve-Napoli, confermata sconfitta a tavolino e punto di penalizzazione al Napoli. Giusto?
Rispondi al nuovo sondaggio di CalcioScout, possono farlo tutti gli iscritti.

Redazione Cs

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout