Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Il servizio offerto dal settore giovanile parte 1

06 Agosto 2020

Nel precedente articolo ci siamo lasciati con una domanda riferita al settore giovanile. Ci siamo infatti chiesti come poter considerare o meglio, come dovrebbe essere strutturata a livello aziendale una società che si occupa di formare giovani calciatori, ipotizzando che non si discostasse di molto dall’organizzazione ideale presentata.

Si può sicuramente affermare che si tratta a tutti gli effetti di un’azienda di servizi e, come tale, è giusto riconoscere e definire i vari elementi che la compongono: il servizio offerto e quindi capire quale è, in che modo viene distribuito e come viene comunicato, le risorse umane ossia le persone coinvolte nella società addette allo sviluppo dei giovani calciatori, i destinatari ovvero gli atleti ai quali è rivolto il servizio del settore giovanile e l’ambiente, spesso non curato ma di particolare importanza per il contesto educativo oltre che formativo del ragazzo/a.

Questo modello è fortemente influenzato oltre che dalla cura, dall’attenzione e programmazione prestata al servizio, anche dalla mission aziendale e quindi dallo scopo che ha la società (verso quale mercato si rivolge) e da quali valori è guidata.

Un secondo aspetto molto importante, quando si parla di settore giovanile, è legato alla selezione dello staff che condizionerà, nel bene e nel male, il lavoro svolto. Pertanto, diventa essenziale affidarsi ai migliori collaboratori possibili, fornire formazione e confronto, favorire il gioco di squadra, delegare ed offrire ricompensa oltre che incentivare. Mi piace pensare che i settori giovanili siano aziende sensibili, questo perché i prodotti che si “trattano” non sono prodotti, ma persone ed è per questo motivo che oltre a tutti gli aspetti economici va sempre sottolineata l’importanza dell’aspetto umano, trattandosi di giovani che attraversano a una fase fondamentale nella quale formare lo zoccolo duro del loro carattere futuro.

Per una azienda di servizi inoltre, è fondamentale conoscere in quale ambiente ci si muove, a maggior ragione al giorno d’oggi dove la realtà economico-sociale è in continuo cambiamento, strutturandosi in maniera flessibile per poter essere sempre pronta ai continui adattamenti dettati sia dalla concorrenza che da altre variabili non direttamente controllabili.

Considerato tutto ciò quali sono quindi le tipologie di servizi che un settore giovanile può offrire? Ed in che modo può esso differenziarsi e vincere la concorrenza delle altre società sportive?

(Continua…)

Mariano Angelico 

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout