Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

L’organizzazione ideale di una società sportiva

30 Luglio 2020

 

Abbiamo ormai compreso come il business legato al calcio e di conseguenza alle società sportive sia fortemente condizionato dalle sponsorizzazioni e dai diritti televisivi. Infatti, come accennato nel precedente articolo, la natura prettamente tecnica del calcio passa in secondo piano se paragonata a quella economica che porta, in media, introiti per il 70% degli incassi totali.

È chiaro quindi, che all’interno di una organizzazione aziendale, una società sportiva dovrebbe prevedere delle figure formate ad hoc per svolgere tutte le mansioni legate a sfruttare al meglio ed ottimizzare tale percentuale.

Ma quali sono le professionalità di cui stiamo parlando?

La struttura ideale dovrebbe prevedere, oltre al direttore generale, professionisti legati all’aspetto tecnico (responsabile tecnico – chi sceglie i calciatori, allenatore, calciatori) e altri incaricati di curare l’aspetto del business aziendale (segretario generale, club manager, marketing manager, media manager – comunicazione e ufficio stampa) i quali dovranno relazionarsi direttamente con team manager e stadium manager.

A seconda del tipo di impiego comprendiamo quindi, quali siano le aree di intervento nelle quali poter operare riconoscendo una figura, una su tutte, completamente nuova rispetto alle mansioni alle quali siamo abituati a pensare: il club manager.

Tale professionista è considerato come il manager della società, ha tutte le competenze del calcio moderno: valorizza, attraverso marketing e comunicazione, il club nel contesto calcistico. Il club manager, posizionato al di sotto del direttore generale, svolge un ruolo di mediazione tra il management del club e la squadra/parte tecnica, con evidenti implicazioni in termini di rappresentatività del brand societario nei confronti degli stake-holders del territorio.

Verrebbe naturale pensare che l’architettura organizzativa descritta appartenga solo al contesto professionistico e della prima squadra, ma se parlassimo di settore giovanile? In che modo questa potrebbe valorizzare e arricchire i servizi che esso stesso offre? (Continua…)


 

Mariano Angelico


 

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout