Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Intervista a Daniele De Dionigi, mister del Lainate Futsal

12 Giugno 2020

Intervista a Daniele De Dionigi, mister del Lainate Futsal  AMF.

Ecco un estratto dell'intervista:

 

Come state vivendo lei e la squadra la situazione di sospensione forzata dell’attività sportiva?

 

"Beh, dopo tanti anni legati al calcio 5 staccare per cause di forza maggiore è piuttosto complicato. La stagione stava procedendo abbastanza bene e c’erano dei nuovi innesti, quindi il blocco ci ha creato qualche piccolo disagio.

La stessa difficoltà iniziale ad uscire anche per una corsa ha creato dei problemi atletici. Per quanto riguarda lo stare in gruppo sicuramente manca, anche se con la squadra siamo costantemente in contatto. Ma come è ovvio prima di tutto dovrà sistemarsi la questione sanitaria, solo dopo viene l’aspetto agonistico".

 

Cosa pensa del dibattito attorno alla ripartenza del mondo dello sport?

 

"La ripartenza deve essere assolutamente legata alle protezioni necessarie, perché prima di tutto c’è la nostra salute.

Prima c’è quindi una situazione sanitaria da sistemare, nel momento che sarà tutto a norma allora andrà bene ripartire".

 

Quale soluzione pensa possa essere corretta per il calcio a 5 AMF?

 

"Bella domanda, dato che il contatto fisico che si tratti di calcio a 5 o football sala c’è sempre. Inoltre, noi siamo una categoria dilettantistica e i tamponi non te li fanno. Ci può stare non abbracciarsi per un gol, ma le marcature? Devi per forza di cose stare vicino all’avversario. Non sarebbe più un gioco.

Quindi, la soluzione è che ci sia una corretta salvaguardia".

 

La sospensione ci pone davanti ad alcune riflessioni: può rappresentare una svolta per organizzare il rilancio del calcio a 5 AMF? "

 

Secondo me sì. Diciamo che questo blocco certamente lascerà un segno, anche a livello calcistico. Vuoi per il contatto fisico che sarà inferiore, ma anche per altri effetti che potranno risultare positivi".

 

Che auspici e obiettivi ha per la prossima stagione?

 

"L’auspicio è sempre quello di vincere. I ragazzi hanno ricominciato a correre per conto proprio e stanno mantenendo l’allenamento. Se a giugno si riuscirà a riprendere l’attività, vedremo di portare a termine quello che abbiamo iniziato.

La preparazione atletica sarà fondamantale per riprendere la migliore condizione e l’obiettivo sarà sicuramente vincere, soprattutto il prossimo anno".

 

Nello stallo dell'attività sportiva, la formazione invece non si ferma. Riguardo al corso allenatori FIFSOPES Italia, che occasione può rappresentare secondo lei?

 

"La formazione e l’aggiornamento sono sempre molto importanti, perciò il corso è un’ottima occasione di miglioramento. I docenti sono di categoria e l’opportunità è sicuramente quella di apprendere qualcosa di innovativo. Io stesso parteciperò".

 

Alex Battaiola

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout