Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Piero Campelli: l'inventore delle prese

19 Maggio 2020

Piero Campelli milanese (nato 20 dicembre 1893 e morto il 20 ottobre 1946) è stato portiere dell'Inter per sedici anni ,intervallato dalla grande guerra, riesce a vincere due scudetti, conta 11 presenze in nazionale, con cui prese parte a due edizioni dei Giochi olimpici.

A soli sedici anni,un mese e otto giorni, Piero Campelli è risultato per più di cent'anni il più giovane portiere ad aver esordito nella nazionale italiana (record battuto nel 2016 da Gigi Donnarumma), ed è tuttora il più giovane estremo difensore che abbia indossato la maglia dell'Inter.

Detto "Nasone" per il suo profilo aquilino, con il suo cappellino a righe e il maglione nero, è il primo estremo difensore a bloccare la sfera anzichè respingerla di pugno come i pugili.

In quegli anni i portieri sono poco tutelati e preferiscono scaraventare la palla pur di evitare il fischio dell'arbitro.

Piuttosto basso e abbastanza robusto, "Nasone" ha avuto dei trascorsi nell'atletica leggera che probabilmente gli hanno permesso di essere più elastico nella presa.

C.S.

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout