Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Torino 0, Atalanta 7: chi si ferma non è perduto

29 Gennaio 2020

Sabato sera l’Atalanta ha disintegrato il Torino. Un 0 a 7 clamoroso e per certi versi paradossale, che conferma, anche una volta, l’enorme potenziale offensivo della squadra di Gasperini, a tratti davvero impressionante. D’altra parte, però, c’è un Toro allo sbando, incapace di dare segni di vita e al quale, dopo la batosta contro i nerazzurri, si è aggiunta ieri anche l’eliminazione in Coppa Italia contro il Milan.

La pesantissima sconfitta con l’Atalanta rischia quindi di segnare la stagione granata e soprattutto il futuro di Mazzarri, in questo momento appeso ad un filo (in pole per sostituirlo Prandelli e De Biasi).

Eppure c’è chi ha attaccato Gasperini e i suoi, rei di non aver rispettato l’avversario, umiliandolo a domicilio. In particolare, un episodio ha fatto infuriare il popolo torinista: a pochi minuti dal triplice fischio finale, Pasalic ha battuto un punizione a centrocampo di rabona proprio in faccia a Belotti. Un atteggiamento irriverente e, sì, in questo caso inutile e piuttosto censurabile.

Per il resto, però, alla Dea non si può rimproverare nulla: ha giocato il suo calcio e il Torino, mai in partita, gliel’ha fatto fare. Molto peggio e molto più irrispettoso sarebbe stato fermarsi e mettersi a fare possesso palla per non andare troppo oltre, no? Dopotutto, non è questa l’essenza del calcio?

Torino-Atalanta 0 a 7: fermarsi è un segno di rispetto nel confronto degli avversari?
Rispondi al nuovo sondaggio di CalcioScout, possono farlo tutti gli iscritti.

Andrea Bonso
@abonstweet

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout