Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Raccogliere il testimone di de Ligt

03 Gennaio 2020

Raccogliere il testimone di de Ligt

 

La scorsa estate, grazie ad un‘offerta da 75 milioni di euro, la Juventus è riuscita ad arrivare a Matthijs de Ligt, giovane difensore in forza all’Ajax il cui  

debutto in prima squadra,con i Lancieri era arrivato a soli 17 anni contro il Willem II in Coppa d’Olanda.

Fu una data speciale perché coincise anche con il primo goal tra i professionisti, cose che di norma accadono solo ai predestinati e il centrale olandese può essere tranquillamente annoverato tra questi.

La prima partita in campo europeo, invece, avviene pochi mesi dopo rispetto al suo debutto, in Europa League con il Panathinaikos, squadra greca.

Da qui la strada è in discesa, de Light diventerà il capitano e il leader dell’Ajax che nella passata stagione sfiorerà la finale di Champions League e gli occhi dei top club europei si concentreranno su lui.

Nell’ultima sessione di mercato estiva si è scatenata una vera e propria asta nei confronti del giocatore e a spuntarla saranno i bianconeri, realizzando quello che verrà annunciato come un vero e proprio colpo ad effetto, anche dal punto di vista mediatico.

 

L’olandese è sicuramente uno dei migliori prodotti mai usciti dal vivaio dei Lancieri e raccogliere la sua eredità non era un’azione semplice, soprattutto perché ad Amsterdam era considerato un vero e proprio idolo, oltre che un calciatore dall’altissimo rendimento.

La scelta dell’Ajax è stata quantomeno particolare, non scontata. Il primo luglio 2019 l’Ajax annuncia l’ingaggio di Lisandro Martinez, ventunenne argentino, ex capitano dell’Under 23 albiceleste e con una presenza nella nazionale maggiore allenata da Scaloni.

Il difensore è stato acquistato dal Defensa y Justicia, squadra che milita nella Superliga (massimo campionato argentino), per una cifra che si aggira sui 7 milioni di euro.

Una cifra decisamente più bassa rispetto alla somma incassata dalla la cessione di de Light.

La scelta non è ricaduta su un altro giovane centrale del vivaio dei Lancieri, per non rischiare di “bruciare” uno dei prospetti che giocano nell’Ajax Jong, la squadra riserve del club di Amsterdam, militante in Eerste Divisie, la Serie B olandese.

 

Nella prima stagione europea Martinez non ha deluso le attese, 2408 minuti giocati, per un totale di 28 partite disputate, fino a questo punto della stagione, tra campionato e Champions League.

Sono 16 i match di Eredivisie con all’attivo 2 goal e un assist, messi a referto. Mentre nelle competizioni europee il centrale conta 4 match, di qualificazione alla Champions League, e 6 incontri nel girone della medesima competizione,

Senza riuscire a dare il suo apporto nella fase offensiva. Martinez ha giocato l’89% dei minuti totali in cui i Lancieri sono stati impegnati, fino a questo punto della stagione, ed è stato impegnato nel 94% delle volte da titolare, numeri che testimoniano ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, la bontà anche del reparto scouting dell’Ajax.

 

Raccogliere il testimone di de Light non era un’impresa semplice, nonostante le difficoltà mostrate dall’olandese in bianconero, ma Lisandro Martinez sta dimostrando la bontà dell’investimento fatto e la qualità delle sue prestazioni stanno ripagando la fiducia riposta in lui.

 

Nel dettaglio

Lisandro Martinez è un classe ’98 e ha firmato un contratto che vedrà la sua scadenza nel 2023. E’ un difensore centrale, nella difesa a 4, mancino ma può adattarsi anche a fare il mediano metodista davanti alla difesa o il terzino sinistro.

I suoi punti di forza sono: i passaggi, i tiri da lontano e la concentrazione mentre il suo stile di gioco lo porta a dribblare spesso l’avversario.

Il profilo è molto simile a quello di de Light: un regista aggiunto per la squadra di Ten Hag, che riesce a impostare la manovra dalle retrovie. Il valore del cartellino in questi cinque mesi europei è più che raddoppiato, arrivando alla cifra di 20 milioni di euro.

 

Fonte dati statistici: whoscored.com e transfermarkt.it

 

Astio Ciarlatani

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout