Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Il DRIBBLING... sappiamo allenarlo? (prima parte)

06 Novembre 2013

Prendendo spunto questa volta dalla guida tecnica della FIGC per le scuole di calcio che a pag. 79 dice:” Durante la stagione sportiva 2005/2006 a Coverciano.....il Settore Giovanile ha organizzato un convegno.. “Dai grandi...per diventare grandi: il Dribbling” con lo scopo di riflettere sul fatto che purtroppo questo affascinante gesto tecnico sta scomparendo.... .

Io credo che ognuno di noi può facilmente verificare che finta e dribbling vengono insegnati nei settori giovanili durante gli allenamenti, allora cosa succede? Perché ci sono sempre meno specialisti? A mio parere accade una cosa molto semplice, se è vero che gli allenatori nelle sedute di allenamento svolgono esercitazioni per il dribbling, allora MANCA una vera e propria EDUCAZIONE alla Finta e al Dribbling.

Mi spiego meglio, quanti sono gli allenatori che in partita incentivano o lasciano i bambini LIBERI di DRIBBLARE come farebbero per strada senza la presenza degli adulti?, Tutta colpa degli allenatori allora? Anche, ma non solo, perché è tutto l'ambiente che circonda il calcio giovanile (dirigenti, genitori, parenti e simpatizzanti vari) che contribuisce a limitare l'utilizzo e lo sviluppo di questo gesto, quindi della nostra cultura.

Spesso ci dimentichiamo che abbiamo a che fare con BAMBINI e non con adulti in miniatura, e pertanto i bambini DEVONO POTER IMPARARE, ma se non li lasciamo sbagliare, se non li facciamo provare, come possono diventare abili nel fare una cosa? La giustificazione è spesso la seguente:”a calcio si gioca con i passaggi, una squadra gioca bene quando tutti se la passano, ecc.” D'accordo il Barcellona è la massima espressione di questo concetto. Ma qualcuno ha il coraggio di sostenere che i giocatori del Barcellona non sono bravi nel dribbling? Per farla breve, i giocatori Blaugrana sono dei fenomeni nello SCEGLIERE la cosa giusta da fare, l'avversario non sa mai se chi ha la palla la vuole passare, vuole dribblare, fa finta di passare da una parte per poi passare dall'altra ( e secondo me fa parte del dribbling anche quest'ultimo gesto...), ecc.

Quindi il concetto del passarsi la palla assume un'altra “dimensione” cioè quella DELL'INTELLIGENZA CALCISTICA, scarsamente allenata, a mio parere, nei settori giovanili, vittima di allenatori troppo direttivi, a volte per credo personale, altre perchè costretti dall'ambiente che li circonda. Ci si dimentica che nel settore giovanile siamo noi a disposizione dei bambini e non i bambini il mezzo per far vedere che siamo dei bravi strateghi, dei bravi allenatori, purtroppo invece chi fa l'allenatore e non L'ISTRUTTORE viene  sostenuto da chi esperto di settore giovanile assolutamente non è, cioè i genitori, pronti ad osannare e a valutare il lavoro dell'Istruttore SOLO perché la squadra vince o gioca bene. 

Io ho paura quando si parla di bambini e sento dire:” giocano bene, perché se la passano”. Siamo proprio sicuri che stiamo facendo la cosa giusta per la loro crescita calcistica? O stiamo mettendo un freno alla loro creatività?

intanto guardate il filamto e ditemi quanto bello sarebbe che fossero in tanti a saper fare queste cose....

 https://www.youtube.com/watch?v=_C3QaU-7K5o&list=FLbKC1TqMI8HwInxBLJRbtnw

(Fine prima parte, continua...)

 

Dott. Lorenzo Simeoni  consulente di società sportive in ambito tecnico, rapporti con i genitori, orgnizzazione di Tornei ed eventi in genere (Laureato in Scienze Motorie, Allenatore UEFA B, Allenatore di Calcio a 5, Preparatore Atletico Professionista, attuale Responsabile Tecnico Settore Giovanile Campodarsego Calcio, già allenatore squadre giovanili Calcio Padova, Cittadella Calcio e Calcio Montebelluna).

 

 

 

Gallery: 

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout