Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Lo storico scudetto dell'Hellas Verona

03 Settembre 2013

Un po' di amarcord non fa mai male , questo articolo è indirizzato soprattutto ai nostri giovani utenti, specie veneti , che han solo sentito dire o nemmeno sanno che il Verona è stato campione d'Italia.

Correva l'anno 1985 e ormai da 15 anni lo scudetto rimbalzava tra Milano e Torino .
in quell'anno il Verona compro' 2 stranieri per rinforzarsi il tedesco Hans-Peter Briegel e il danese Preben Elkjær Larsen.
Dopo 2 sole giornate il Verona era solitario in testa , primato che venne mantenuto con una grande vittoria contro la Juventus.
I ragazzi di Bagnoli ebbero un calo solo tra dicembre e gennaio che permise all'Inter di Brady e Rumenigge l'aggancio alla vetta.
Fu grazie ad una rocambolesca vittoria per 5-3 con l'Udinese che la corsa dei gialloblu riprese e grazie al pareggio nello scontro diretto con l'Inter si arrivò alla penultima giornata alla trasferta di Bergamo.
Nonostante piovesse a dirotto da Verona partì una fila lunga di Pullman , bastava un pareggio ; e pareggio fu , un 1-1 firmato Elkjaer che fece esplodere l'entusiasmo in piazza Bra.

Ecco i principali eroi , oltre al Mister Osvaldo Bagnoli ( che vediamo nella foto )

GARELLA : Per molti anni e forse ancora adesso quando un portiere para con i piedi si disse che era una parata alla Garella ;
il portierone non era bello da vedere ma fu sempre efficace
e in quell'anno si consacrò alla storia

BRIEGEL
Il bestione tedesco fu la vera sorpresa del campionato segnando 9 reti oltre ad essere insuperabile ed incontenibile sulla fascia sinistra.

TRICELLA
Il capitano, un libero di grande classe (secondo solo a Scirea) , la sua caratteristica principale era che diventava subito a palla riconquistata il primo contropiedista essendo anche dotato di una grande visione di gioco.

DI GENNARO
un grande numeri 10, regista dotato anche di un gran tiro con delle giocate fantasiose che mandavano in gol il folletto Galderisi e l'ariete Elkjaer
Grazie a quell'anno partecipo' ai mondiali del 1986 con la nazionale

GALDERISI
il nanu a 16 anni è già nella Juventus in prima squadra e a 18 vince con i bianconeri lo scudetto.
Dopo una stagione deludente viene scaricato dalla Juve e arriva a Verona dove diventa subito protagonista.
L'anno dello scudetto trova una grande simbiosi con Elkjaer e con 12 gol risulterà essere il capocannoniere dei gialloblu

ELKJAER
Nonostante i due mesi di infortunio il danese lascio' un segno indelebile con i suoi 9 gol le sue sgroppate e il suo sinistro potentissimo.
Ancora oggi è legatissimo a Verona.

M.P.

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare:

Promuovi la tua attività su CalcioScout