Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Sarri in difficoltà con la Vecchia Signora

12 Febbraio 2020

La sconfitta di Verona ha aperto il processo alla Juve. Sebbene sia prima in classifica, agli ottavi di Champions e in semifinale di Coppa Italia, la caduta del Bentegodi ha evidenziato tutti i problemi della squadra di Sarri.

Poche idee, zero personalità e tanto affidamento alle qualità dei singoli, CR7 in testa. Dopo otto mesi dall’arrivo dell’ex allenatore di Napoli e Chelsea, però, era lecito aspettarsi di più, soprattutto dal punto di vista del gioco.

Del suo famoso Sarrismo, ad esempio, neanche una minima traccia, ma la cosa che sorprende di più, rispetto agli scorsi anni, è che la Juve non riesce più a dominare la gara per tutti i novanta minuti. Ha dei momenti di down, dei momenti in cui è vulnerabile e non fa paura, così gli avversari ne approfittano. Non è un caso che sulla caselle gol subiti si legga 23, ovvero un gol a partita: davvero tanti, considerando che la Juve in questi anni ha fatto di una difesa impenetrabile la sua forza.

I bianconeri hanno senza dubbio la rosa più forte del campionato e sono ancora loro i favoriti, ma per vincere lo scudetto e arrivare fino in fondo in Europa quello fatto fino ad adesso potrebbe non bastare. Sarri ha bisogno di trovare presto la chiave, anche se è chiaro che questa squadra non sia stata costruita alla perfezione per i gusti del mister, in particolare il centrocampo. Pjanic e Bentancur sembrano gli unici ad essere entrati nella filosofia del tecnico, gli altri, per motivi tecnici o di ambientamento, sono molto indietro. Ma sono tanti i giocatori sottotono ultimamente, da Higuain a Dybala, da Bonucci ad Alex Sandro.

Potrebbe essere un semplice momento no, ma fra un mese inizia quel periodo della stagione in cui non si potrà più sbagliare.

Riuscirà Sarri a riprendersi la Juve?
Rispondi al nuovo sondaggio di CalcioScout, possono farlo tutti gli iscritti.

Andrea Bonso
@abonstweet

 

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare: