Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Spaccanapoli

13 Novembre 2019

Una rosa da scudetto, uno dei migliori allenatori del mondo, una delle tifoserie più appassionate d’Italia: eppure, in questo scenario idilliaco, il Napoli si ritrova a vivere il periodo più difficile della sua storia recente.

Dopo una serie di risultati deludenti, infatti, gli azzurri sono finiti in una crisi preoccupante, aggravata da uno spogliatoio bollente e un presidente vulcanico. Le cose sono precipitate nel momento in cui De Laurentiis ha deciso di mandare la squadra in ritiro, sebbene lo stesso Ancelotti fosse contrario.

Ma dopo la sfida di Champions con il Salisburgo, i giocatori hanno chiesto di annullare il ritiro, richiesta che però la società non ha accettato. Una presa di posizione, da parte della dirigenza, che ha portato alla decisione della squadra di non salire sul pullman che li attendeva per tornare a Castelvolturno. Ogni giocatore è, quindi, tornato autonomamente a casa.

Un vero e proprio ammutinamento, che la dice lunga sull’aria pesante che si respira in casa Napoli. Una crisi che rischia di avere conseguenze legali importanti, visto che De Laurentiis avrebbe intenzione di fare causa per danni d’immagine, mentre i calciatori si sarebbero già affidati ai propri avvocati. Per non parlare, poi, della contestazione dei tifosi, sfociata anche in brutti episodi extracalcistici.

Tornando al campo, il Napoli sabato sera ha impattato sul Genoa, pareggiando 0 a 0 dopo una prestazione poco convincente. Quarta partita consecutiva senza vittoria e così la classifica inizia a piangere: i partenopei, infatti, sono settimi a 19 punti, a meno 5 dalla zona Champions occupata da Cagliari e Lazio. 

Durante la pausa delle nazionali, si dovrà lavorare diplomaticamente per far rientrare tutti i dissapori all’interno dello spogliatoio, anche se si parla già di una diaspora di mercato tra gennaio e giugno. Per il Napoli saranno mesi complicati, vedremo se Ancelotti riuscirà a riportare la nave al porto o, insieme a lui, naufragherà anche l’intera stagione.

Dato il momento delicato, il Napoli riuscirà a rialzarsi e centrare almeno la Champions?
Rispondete al nuovo sondaggio di CalcioScout, possono farlo tutti gli iscritti.

Andrea Bonso
@abonstweet

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare: