Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

PSICOLOGIA : Il modello motivazionale che caratterizza il giovane calciatore potrebbe essere indice di talento?

11 Ottobre 2019

 

 

Le caratteristiche psicologiche sono cruciali per identificare i talenti, motivo per cui sono tenute in considerazione nei modelli di talenti multidimensionali di oggi. Vari studi, infatti, hanno dimostrato una connessione tra le caratteristiche psicologiche individuali e le prestazioni sportive.

 

In questo articolo verrà presentata una ricerca Svizzera del 2015 “Motivational Patterns as an Instrument for Predicting Success in Promising Young Football “ di Claudia Zuber, Marc Zibung and Achim Conzelmann. Questa ricerca ha l’obiettivo di comprendere come le variabili motivazionali nei giovani calciatori possano essere considerate rilevanti per lo sviluppo dei talenti e il seguente successo.

Lo studio ha utilizzato un approccio orientato alla persona, considerando lo sviluppo del talento come un sistema complesso dove è insufficiente studiare la connessione tra una caratteristica e la prestazione sportiva poiché occorre tenere in considerazione le interazioni reciproche. Quindi, quando si analizza lo sviluppo del talento, il calciatore dovrebbe essere sempre visto come un sistema persona-ambiente. A causa dell’alta complessità dello studio del sistema, le ricerche si sono concentrate su diversi sotto-sistemi. Questo studio si è concentrato sulle variabili motivazionali.

 

Sono stati coinvolti 97 giovani talenti, con un’età media di 12 anni, appartenenti a sei squadre regionali della Swiss Football Association,. I ragazzi hanno effettuato due prove nell’arco di un anno (al fine di comprendere se le variabili siano stabili nel tempo) che consistevano nella compilazione di questionari (Achievement Motives Sport, Sport Orientation Questionnaire, Sport Motivation Scale) per la valutazione delle variabili motivazionali. Viene considerato come criterio di successo la selezione dei giocatori dopo un anno nella squadra nazionale U15.

I tre questionari utilizzati hanno valutato le seguenti variabili:

  1. Motivazione al successo o Paura del fallimento

  2. Motivazione al sé o Motivazione al compito (vedere articolo presedente Come incrementare la motivazione degli atleti? – il modello allenatore/atleta”)

  3. Motivazione intrinseca o Motivazione estrinseca

Dallo studio emerge che la maggior parte dei calciatori hanno una stabilità nelle variabili motivazionali a distanza di un anno, grazie a questo dato si è reso possibile dare rilevanza al sistema motivazionale nella selezione dei talenti. Ha, inoltre, dimostrato che la maggior parte dei calciatori che hanno registrato tramite i questionari un punteggio medio-alto in almeno una delle seguenti variabili ossia la motivazione al successo, la motivazione al complito e la motivazione intrinseca sono stati selezionati per la nazionale U15. Mentre nessun calciatore che ha ottenuto punteggi bassi in tutte le tre variabili motivazionali è stato selezionato.

 

Questa ricerca evidenzia l’importanza del sotto-sistema motivazionale per lo sviluppo del talento.

 

Bibliografia

Claudia Zuber, Marc Zibung and Achim Conzelmann, 2015, Motivational Patterns as an Instrument for Predicting Success in Promising Young Football, Journal of sports.

 

Cavallone Monica Psicologa e consulente in Psicologia dello Sport - E-mail: 11031988@tiscali.it

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare: