Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Un monte troppo alto?

11 Settembre 2019

Lunedì la Gazzetta dello Sport ha pubblicato un’interessante analisi sul monte ingaggi della Serie A. Un monte che non è mai stato tanto alto: 1360 milioni di euro lordi complessivi, un record per il nostro campionato. Domina, ovviamente, la Juventus, con cifre più che doppie rispetto all'Inter (seconda). Roma a podio, chiude il Verona.

Il Napoli si conferma sempre molto attento quando si parla di stipendi, ma si mette davanti al Milan, alle prese con il Fair Play Finanziario. L’Atalanta, terza lo scorso anno e pronta a giocare per la prima volta la Champions, è solo dodicesima, più sotto del Bologna, che ha voglia di riscatto dopo una stagione deludente. Parsimoniosa l'Udinese, il Lecce invece si mette dietro ben cinque rivali salvezza.

Concentrandoci sulla big, o meglio, sulle tre candidate allo Scudetto, il report ci dice che:

- Monte ingaggi Juventus 294 milioni.

- Monte ingaggi Inter 139 milioni.

- Monte ingaggi Napoli 103 milioni.

Insomma, i numeri parlano da soli. La Juve è ancora sulla carta la squadra più forte, ma questo già si sapeva. I bianconeri stravincono anche nella classifica degli stipendi, con ben sette giocatori sugli 11 più pagati: De Ligt (8), Bonucci (5,5), Ramsey (7), Rabiot (7), Douglas (6), Dybala (7,3) e ovviamente Cristiano Ronaldo (31).

Dell’Inter troviamo Sanchez (5) e Lukaku (7,5), del Napoli Koulibaly (5,5), del Milan Donnarumma (6).

E pensare che, grazie al calciomercato, Inter e Napoli sembravano essersi avvicinate allo strapotere juventino. Invece, dati alla mano, la strada sembra ancora lunga. 

Anche se l’esito del campo è diverso da quello della calcolatrice ed essendo solo alla seconda giornata tutto è ancora apertissimo e imprevedibile. È come sempre tutto in mano alla Juve, ma le due rivali non hanno più voglia di rimanere impotenti a guardare: quest’anno l’unico Scudetto che i bianconeri devono vincere è quello degli stipendi. 

Stipendi Juve più del doppio di Inter e Napoli: impensabile sconfiggere il dominio bianconero?
Rispondi al nuovo sondaggio di CalcioScout, possono farlo tutti gli iscritti.

Andrea Bonso
@abonstweet

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare: