Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

L'importanza e la classe di Son Heung-min

23 Aprile 2019

 

Nel Tottenham di Mauricio Pochettino uno degli elementi fondamentali, sta diventando sempre di più Son, attaccante coreano, classe 92, che gioca ormai da quattro stagioni con la maglia degli Spurs, migliorando le prestazioni, stagione dopo stagione.

La sua importanza viene spesso sottovalutata, si parla sempre degli altri, di Harry Kane, Dele Alli,Cristian Eriksen ecc, eppure il coreano è un elemento fondamentale per il gioco del tecnico argentino grazie alla sua duttilità tattica.

La sua importanza tattica, il suo lavoro oscuro, la scarsa attenzione dei media ricorda un altro Sud Coreano, Park Ji-sung, anche lui era pedina importante nel Manchester United di Alex Feruguson dal 2005 al 2012 alla pari di Cristiano Ronaldo e Rooney, ad oggi è l'unico asiatico ad aver vinto la Chiampions league, nel 2008..

Così come Park anche Son è un “anti personaggio”, non vuole le luci della ribalta, da tutto in campo per la squadra e per i tifosi;Pochettino di lui ha detto, «Sonny è come una batteria. Lavora, lavora, lavora finché non è completamente scarica. Lui è così: ti dà tutto, con e senza palla, e quando è esaurito ti dice “Ok, ho bisogno di uscire” o “Devo riposare”.

Un grande esempio per tutti». Heung-Min Son è considerato il più forte e promettente giocatore asiatico in questo momento da molti esperti, nel 2012 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991 dalla rivista Don Balón,.

Nato l’8 luglio del 1992, approda in Europa giovanissimo all’età di 16 anni, nel 2008, l’Amburgo lo preleva dalle giovanili del FC Seoul grazie al programma di formazione di giovani asiatici che utilizzavano i club di Bundesliga.

Ad Amburgo completa tutta la trafila nel settore giovanile sino ad esordire con la maglia della prima squadra.

Nel 2013 si trasferisce al Bayer Leverkusen per una cifra intorno ai 10 milioni di euro, due anni dopo gli “Spurs” per quasi 30 milioni si assicura le prestazioni del coreano.

La crescita e lo sviluppo calcistico di Son è stata influenzata dall’incontro durante il suo percorso calcistico di due allenatori, Roger Schimdt e Mauricio Pochettino, (potete trovare un ritratto dei due allenatori su CalcioScout).

Nel Leverkusen, Son giocava da esterno sinistro in un 4-2-3-1 ad alta intensità: il suo dinamismo in fase offensiva lo fanno diventare un elemento di fondamentale importanza insieme a Çalhanoglu e Bellarabi ;

Nel tridente dietro la punta, realizza 17 gol in 42 presenze stagionali, di cui 5 in 10 partite di Champions,

Questo suo “dinamismo tattico” lo porta a Londra alla corte di Pochettino, il secondo incontro fondamentale per la sua consacrazione.

Il tecnico argentino è famoso per la sua bravura nel lanciare e valorizzare il capitale umano a sua disposizione, gli Spurs che giocavano con il 4-2-3-1, individuano nel coreano il calciatore perfetto e funzionale per quel sistema di gioco-

Sotto la guida del tecnico argentino, Son si è evoluto, è diventato un eccellente attaccante moderno, ora il suo valore di mercato attuale secondo Transfermarkt è di 65 milioni di ma prestazioni positive su prestazioni positive stanno facendo lievitare il prezzo, ora è in grado di ricoprire ogni ruolo d’attacco, ala destra o seconda punta o anche centravanti quando è mancato Harry Kane per infortunio. Ha caratteriste tecniche da vero top player, il suo pezzo forte è la progressione palla al piede dove in campo aperto diventa devastante, è un destro naturale ma è abile con entrambi i piedi, ha un'ottima tecnica individuale, e una buona visione di gioco, possiede un ottimo dribbling e una rapidità nei movimenti, che gli consentono di saltare con facilità l’avversario nell'uno contro uno, nel suo bagaglio tecnico non manca il tiro dalla distanza, ha realizzato molti gol con tiri da fuori.

E’ impressionante anche quando gioca nel trio dietro la punta, soprattutto gli interscambi con i compagni d’attacco, che rendono una vera impresa per qualsiasi difesa, controllare movimenti e lr combinazioni palla al piede, del quartetto, formato dal coreano, Kane, Dele Alli ed Eriksen.

La sua importanza si è visto nella doppia sfida dei quarti di finale di Champions League tra gli Spurs e Manchester City, dove in assenza di Harry Kane per infortunio ha trascinato gli uomini di Pochettino in una storica semifinale realizzando tre gol tra andata e ritorno.

 

Il Tottenham e il calcio mondiale hanno rischiato seriamente di privarsi per due anni delle giocate e dei gol del talento coreano, infatti durante i mondiali Russia 2018, hanno commosso le lacrime di Son capitano dopo l’eliminzione della sua Corea del Sud, il motivo non era tanto l’eliminazione dei coreani, che inserito nel girone con Svezia, Messico e Germania era più che probabile, ma dietro quelle lacrime si nascondeva un vero dramma che stava vivendo il campione coreano, perché a causa della legge che vige in Corea del Sud, paese formalmente ancora in guerra, tutti i maschi con meno di 28 anni di età che non conseguono risultati sportivi prestigiosi e danno lustro al Paese hanno l’obbligo di sottoporsi a 21 mesi di servizio militare obbligatorio, giocando nella squadra dell’esercito, lo Sangjue Sangmu, e percependo una somma di 100 euro al mese, per Son si trattava di fermare la sua ascesa nel calcio mondiale, quelle lacrime di disperazione colpirono tutti.

Fallita la qualificazione agli ottavi del Mondiale, per evitare il servizio militare Son aveva a disposizione altre due possibilità, vincere la coppa d’Asia nel gennaio 2019, traguardo molto difficile da raggiungere, l’atro era quello di partecipare e vincere  i Giochi Asiatici in Indonesia ad agosto 2018, riservate alle nazionali asiatiche under 23 -

Da fuoriquota trascina la sua nazionale alla vittoria, la sua Corea del Sud in finale vince per 2-1 (due assist di Son) ai supplementari contro Giappone, dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi sullo 0-0, alla fine Son esplode in un pianto liberatorio per il pericolo scampato,.

E' il 1 settembre 2018 una data simbolica nella vita e nella carriera di Son, sembra l’inizio di una nuova vita, dal quel giorno il coreano sembra volare sulle ali dell’entusiasmo, con il Tottenham è diventato l’uomo dei record e nella storia, è il suo il primo gol al Tottenham Hotspur Stadium il nuovo stadio del Tottenham, contro il Crystal Palace, suo è anche il primo gol in Champions nel nuovo stadio, all'80' della partita dei quarti di finale contro il Manchester City, e sempre lui, che nel momento più difficile della stagione ha trascinato gli Spurs ad una storica semifinale di Chiampions League.

 

In patria Son è un vero idolo, un eroe nazionale, oltre ad essere il capitano della nazionale Son è amato per l’uomo generoso che si dimostra di essere, non dimentica mai il suo popolo come in occasione del gigantesco incendio avvenuto in Corea del Sud lo scorso 5 aprile che ha provocato tanti danni al Paese e alle tante vittime che hanno perso la propria abitazione, il giocatore del Tottenham ha donato circa 100.000 sterline alle vittime dell’incendio mortale dimostrandosi fuoriclasse anche nella vita.

L’importanza di Son è descritta in uno striscione che mostrano spesso i tifosi inglesi “Quando segna Kane è tutto nella norma, ma quando segna Son…si vince!”.

Raffaele Frolli


 

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare: