Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

Romeo Menti l'ultimo gol del grande Torino

16 Aprile 2019

Romeo Menti è uno di quei calciatori che ha lasciato il segno nei cuori dei tifosi di tutte le squadra in cui ha giocato.

A lui sono dedicati ben 4 stadi di cui il più conosciuto è quello di Vicenza che lui inauguro' in biancorosso appena sedicenne nel 1935 e che gli venne poi dedicato a 14 anni dalla morte avvenuta nella tragedia di Superga.

Il suo ruolo era l'ala destra ed era dotato di un gran tiro che sfruttava calciando punizioni e calci di rigore.

Al Vicenza dove inizio' a giocare appena sedicenne veniva chiamato Menti III perché qui avevano già giocato i suoi 2 fratelli e proprio l'anno in cui giocò con il fratello Berto mise a segno 21 reti in 30 partite portando i biancorossi a sfiorare la serie B.

Al termine di quel campionato il 18enne Menti fu ceduto alla Fiorentina del marchese Luigi Ridolfi per 68.000 lire.

La viola era appena retrocessa in serie B e grazie anche ai 17 gol di Menti risali subito in A e l' anno successivo vinse il primo trofeo della sua storia , la Coppa Italia.

Nel suo terzo anno a Firenze Menti portò con i suoi 18 gol i gigliati al terzo posto in uno dei più bei campionati della storia della squadra toscana.

Menti passò poi al Torino con il quale vinse il suo primo scudetto e la Coppa Italia nel campionato 1942-43.

Nella stagione 1944–1945 Menti giocò nello Stabia vincendo il campionato (Campano) e laureandosi campione d'Italia liberata pareggiando la partita col Napoli per 3 a 3, ma fino ad oggi allo Stabia non è stata riconosciuta nessuna onorificenza dalla F.I.G.C.

Dopo questa parentesi campana tornò per un anno in riva all'Arno e poi nuovamente al Toro dove

vinse altri 3 campionati prima del tragico incidente che mise fine a quella grande squadra.

Fu proprio lui a fare l'ultimo gol del grande Torino calciando il rigore nella partita contro il Benfica.

Menti gioco' 7 partite in nazionale segnando 5 reti. Il suo esordio avvenne a Firenze in un match indimenticabile contro la Svizzera in cui segnò 3 gol in trenta minuti !

Gli altri stadi a lui dedicati sono quello di Castellammare di Stabia, Nereto (TE) e di Montichiari.

Ecco il video tributo della Juve Stabia

M.P.

Gallery: 

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare: