Sei un dilettante o un professionista del mondo del calcio?

Registrati gratuitamente nel nuovo social network dedicato ai protagonisti del calcio e connettiti con compagni, allenatori, dirigenti, tecnici e preparatori atletici, contattali e scopri nuovi talenti grazie alla funzione di Scouting, segui i loro aggiornamenti e quelli delle tue società preferite.

Amministra gratuitamente le informazioni e news della tua società, rilascia comunicati e condividi foto e video.

Iscriviti ora

POWERCHAIR HOCKEY| INTERVISTA A EMANUELE REMIGIO

12 Novembre 2018

Per una volta a CalcioScout non parleremo di calcio  ma crediamo ne valga veramente la pena .

Questi ragazzi meritano di essere al centro dell'attenzione per la loro voglia di fare sport nonostante tutto.

Tra l'altro invitiamo tutti i lettori di CalcioScout a sostenere la loro causa.

 

Lo scorso 30 Settembre la nazionale italiana di Hockey su carrozzina si è laureata per la prima volta nella sua storia campione del mondo.

Un movimento che negli ultimi anni ha avuto un’ ascesa notevole, uno sport che consente a tutti di vivere appieno l’ebbrezza della competizione, dell’agonismo ma soprattutto dell’unione e della socializzazione.

Forse non servono molte parole, l’invito è quello di spendere il vostro tempo per vedere anche una sola frazione di questo gioco tutt’altro che semplice.

Oggi siamo in Emilia-Romagna ad intervistare un esponente della Pallavicini Rangers Bologna, una squadra di serie A2 molto giovane e piena di energia.

Rompiamo subito il ghiaccio. Con chi stiamo parlando?

Ciao a tutti, il mio nome è Emanuele Remigio e sono difensore nella squadra della Pallavicini Rangers Bologna.

Come si caratterizza questo sport e che cosa occorre per praticarlo?

Il nostro meraviglioso sport, chiamato Powerchair hockey, accoglie un grandissimo numero di patologie fisiche dalle più invalidanti fino a quelle pressoché più leggere. La cosa meravigliosa è che probabilmente nessuno di noi si sarebbe mai aspettato di poter giocare nonostante tutto. Quello che serve è una carrozzina elettronica, 2 porte e cinque giocatori per squadra che si sfidano a suon di gol in 4 tempi da 10 minuti.
 

Quando ti sei avvicinato a questo sport?

Personalmente ho conosciuto questo sport quando ero ancora liceale a Pescara, dove ho affrontato 3 campionati. Arrivato 5 anni fa a Bologna, una chiamata con una vecchia gloria del Powerchair hockey, mi ha catapultato nella massima serie con la squadra con cui tutt'ora gioco, i Rangers.
 

Che emozioni hai quando giochi?

Credo che basti guardare una partita per capire quanto agonismo e adrenalina lo sport può tirar fuori: carrozzine rapidissime, scontri tra veicoli elettronici e tanta gioia nel potersi dimostrare più forti di altri.

Prima di concludere questa piacevole chiacchierata so che hai un appello da fare.

Si, abbiamo deciso di avviare una raccolta fondi su Facebook per permetterci di affrontare al meglio ogni spesa e perché siamo dell'idea che purtroppo, per il momento storico, è meglio l'unione di tanti piuttosto che l'appoggio di singoli. Siamo davvero vogliosi di far bene, ma senza il supporto di tutti potremmo non farcela. Insomma: "Noi ce la mettiamo tutta, tu dacci una spinta!".

Link della raccolta: https://www.facebook.com/donate/262525634614463/?fundraiser_source=external_url

 

 

Gallery: 

Cerca nel blog

Ti potrebbe interessare: